The Sparkling Post  & due settimane dopo e siamo ancora qua.

 

Buongiorno! Come state? Come va?

Spero che i morali non siano a terra, spero che tutte le iniziative di canto sui balconi di tutta Italia abbiano aiutato a tenere alto il morale.

Quanto tempo che abbiamo avuto a nostra disposizione… abbiamo capito quanto possano essere lunghe le giornate, quanto ci manchino le relazioni, il lavoro e la quotidianità…

Ammetto che questo post lo sto scrivendo durante la seconda settimana di quarantena e quindi ancora non sappiamo cosa accadrà, se staremo ancora a casa o se invece potremmo riprendere a piccole dosi la nostra vita.

Questo momento mi ha fatto riflettere molto, come a tutti del resto, molte sono le domande che mi sono fatta e mille i pensieri che hanno attraversato la mia mente e, ammetto che aver guardato film come “CONTAGION”, no non ha aiutato… no per niente! Se all’inizio ero triste e con qualche preoccupazione, bé dopo questo film avevo l’ansia, la voglia di fare scorte per un anno di sopravvivenza ( che poi cavolo compro) e volevo armarmi… quindi abbandonati finalmente questi pensieri sono tornata in me e ho ripreso la visione di Narcos e simili ora parlo solo in spagnolo e la mia frase cult e Plata o Plomo?

Abbiate pazienza ma la quarantena fa anche questo!

Una domanda costante che mi sono posta in questi giorni è stata, cosa sta facendo tutto questo su quelle persone che possono avere delle fragilità, o semplicemente non vivere proprio bene la loro casa e la vita al suo interno …

Che ripercussioni avrà tutto ciò sulle relazioni umane? Finita la quarantena, allontanato il virus saremo quelli di prima? Gli abbracci, le pacche sulle spalle, le mamme saranno tranquille come prima con i loro bimbi? Perché forse un si questa volta potrebbe non essere così scontato…

Un augurio che invece mi auspico, è che tutto questo ci renda un po’ più uniti, non voglio fare politica, ne il medico o virologo, non ne ho le competenze e nemmeno la voglia… però mi auguro che tutto questo abbia instillato un pochino di sano patriottismo (che forse è venuto meno nell’ultimo periodo) e, magari  finita questa quarantena  faremo qualche acquisto più italiano, magari solo cambiando un prodotto al supermercato, o magari anziché fare un regalino on -line ci prendiamo un attimo per andare in quel negozio di quartiere… bè sarebbe carino se ripartissimo un po’ da noi.

Vi ringrazio per aver letto i miei pensieri… oggi siete stati un po’ il mio psicologo.

Vi saluto e mi auguro che stiate bene e come sempre vi auguro una buona settimana.

#iorestoacasa e spero anche voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *