The Sparkling Post & Come facciamo i nostri gioielli

 

Buongiorno miei cari, oggi vi sveleremo il nostro lato oscuro… accendiamo la luce và, così vi facciamo vedere il nostro laboratorio.

Come vi avevamo anticipato settimana scorsa, oggi vi raccontiamo come produciamo i nostri gioielli.

All’inizio c’è un idea

Partiamo dall’inizio! Una volta avuta l’idea e stabilita la modalità di realizzazione quindi, se tramite la cera persa, se direttamente in metallo oppure con stampa in 3D, partiamo a costruire il primo pezzo. Sarà il nostro modello campione.

Qui poi possiamo scegliere tra due strade. Il gioiello che stiamo realizzando potrà essere un pezzo di una collezione, e quindi uno destinato alla vetrina. In tale caso andiamo a fare una gomma che non è altro che uno stampo, che ci permetterà di realizzare più pezzi. Se invece è una commissione il pezzo campione non sarà proprio un ‘campione’ ma bensì il pezzo unico che ci è stato commissionato.

Bene, andiamo al sodo alla pratica… iniziamo a realizzare il nostro gioiello.

Nel laboratorio

Come prima cosa stabiliamo di quanto oro abbiamo bisogno, lo pesiamo, andiamo al banco di fusione e lo fondiamo e ne ricaviamo una sorta di lingottino, che inizierà ad essere lavorato.

Per la lavorazione nel nostro laboratorio abbiamo vari macchinari che ci aiutano, come il laminatoio alias la macchina infernale, la stritola tutto. La chiamo così perché è il macchinario che –  tramite dei rulli diabolici – permette di trasformare il lingotto in lastra o filo. Ecco dove l’attenzione deve essere sempre molto alta… povera io la chiamo diabolica ma in realtà assieme alla saldatrice è la mia macchina preferita.

Dopo essere passati dal laminatoio iniziamo a lavorare al banchetto, con seghetto, lime, trapani, frese per ottenere il gioiello che ci serve… andiamo a saldare dove serve, poi passiamo le carte fino ad andare a lucidare e pulire il pezzo… tutto nel nostro laboratorio.

Ovviamente sto cercando riassumere tutto, come in un frullato, in un bicchiere abbiamo un condensato di tanti ingredienti!

Tutti questi passaggi, richiedono attenzione e pazienza, molte volte su un gioiello ci sono più mani, quante in realtà le decide proprio l’oggetto che stiamo realizzando. Se stiamo ad esempio realizzando una fede, oltre all’orafo ci servirà poi anche l’incisore, se invece stiamo facendo un solitario oltre all’orafo ci servirà il rivenditore di diamanti e l’incassatore.

Quindi, se prendiamo ad esempio un solitario o un trilogy, ci mettiamo al lavoro io e Antonello che iniziamo a crearlo e lavorarlo. Antonello è il mastro orafo del nostro laboratorio, colui che ha più esperienza e dispensa sempre consigli e aiuti, durante la lavorazione ci accertiamo che l’anello sia perfetto per accogliere le pietre che dovrà montare, pietre che abbiamo acquistato precedentemente dai nostri fornitori.

Una volta finito il nostro anello, lo diamo a Marco che si occupa di incastonare la/le pietre all’interno del nostro anello. Quando Marco ha terminato il lavoro ci ridà l’anello. A quel punto o io o Anto andremo prima a ripulirlo per bene. Poi  lo punzioniamo, ovvero andiamo a mettere il marchio di fabbrica e il titolo del metallo, e il nostro anello è pronto e finito.

Fornitori

Ho cercato di semplificarvi molto i vari processi, ma come potete immaginare ogni gioiello ha i suoi procedimenti. In effetti, per ogni gioiello necessitiamo di vari passaggi e anche di vari fornitori.

Quando abbiamo bisogno di realizzare dei bracciali o delle catene, abbiamo bisogni di rivolgerci a dei fornitori, che appunto ci forniscono quanto ci serve per realizzare il gioiello: catene, moschettoni, perni ecc… Tutta quella cosiddetta minuteria che non può essere realizzata in casa nostra.

Noi nel nostro piccolo cerchiamo di fare molta attenzione nella scelta dei fornitori. Infatti tutti coloro che ci riforniscono di catene, minuterie e i loro annessi, sono italiane. Questa però non immaginatevela come una scelta o un discorso razzista o discriminatorio verso paesi esteri, perché davvero non vuole esserlo!

La nostra è una decisione che abbiamo preso, in quanto teniamo profondamente che dietro ad ogni fornitore ci sia una garanzia di qualità del prodotto. Una garanzia che la fabbrica produttrice rispetti le norme e i diritti delle persone che ci lavorano.

La stessa cosa vale per i nostri fornitori di pietre. Dai diamanti, alle pietre preziose, alle semipreziose, cerchiamo sempre di rivolgerci a coloro che ci danno più garanzie.

Tanti ringraziamenti

Forse questo è il post più serio e magari un po’ più pesante che ho scritto fino ad oggi, ma è una cosa a cui tengo e teniamo molto, cerchiamo di fare il nostro meglio per fornirvi dei gioielli che lo siano a 360 gradi, per voi che potete indossarli e ammirarli e per noi che li creiamo.

Oggi però chiudo con delle presentazioni e dei ringraziamenti, un grazie infinito va ad Anto che ogni giorno ci ricopre di consigli, aiuti e ci sprona sempre! A Ivano, che non è stato nominato ma è il nostro incisore a mano, a Patty la bionda del gruppo colei che porta l’eleganza in laboratorio e colei che vedete assieme a me in negozio. Ad Aleksandra alias Ola, per tutte le meravigliose fotografie il supporto social e web. Anche a Marco l’incassatore di fiducia, e a tutti gli esterni Ivan e Sandra per le loro microfusioni, a Elena per i suoi fili di pietre meravigliose e a tutti coloro che non ho nominato.

Ora si ho finito e vi auguro una buona giornata e una buona settimana!

Jennifer Forte Gioielli team Laboratorio orafo gioielli su misura gioielli personalizzati

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *