The Sparkling Post & differenze tra metalli preziosi

 

Buongiorno e benvenuti nella nostra nuova rubrica, avete una tazza di caffè in mano? Noi sì! Mentre scriviamo questo primo articolino abbiamo una buona dose di caffè al nostro fianco… Abbiamo deciso di iniziare a raccontarvi cosa sono e quali sono i metalli preziosi usati in gioielleria… pronti?

Usiamo Oro Au, Argento Ag, Platino Pt, Rodio Rh e Palladio Pd ( non il partito ovviamente). Questi metalli o meglio Au, Ag e Pt si trovano in natura, come le famose miniere d’oro per intenderci, o nella sabbia e ormai anche se molto poco nei fiumi. Oro e argento nel loro stato naturale sono metalli “morbidi” e quindi in gioielleria non posso venir utilizzati al loro stato puro! Così per creare i vostri meravigliosi gioielli bisogna realizzare una lega che possa renderli duttili, malleabili e resistenti, Da qui infatti prende il nome oro zecchino ovvero l’oro puro, l’oro 18 Carati o 750 e in ultimo, molto più recente, il 9 Carati o 375…

Cos’è questa lega che dà questi titoli e cosa vogliono indicare? Indicano la quantità di oro all’interno del gioiello. Infatti nell’oro 18 Kt o 750 vuol dire che il 75% è costituito da oro puro e le restanti parti sono di argento e rame e la stessa cosa nel 9 Kt o 375 dove 37,5% è l’oro puro e le restanti parti di argento e rame. Il rame assieme all’argento conferiscono all’oro la giusta durezza per la lavorazione dei gioielli!

Esteticamente? A livello visivo non ci sono grosse differenze anzi sono molto molto simili e per distinguerli bisogna cercare il timbro posto al loro interno ovvero 750 o 375 che va posto in ogni gioiello per legge.

Il Platino invece in gioielleria viene usato quasi puro, perché già di per se è un metallo molto resistente e anche duttile, insomma lui viaggia da solo non ha bisogno di essere accompagnato, e la sua lavorazione però è anche la più “ difficile” fonde a temperature molto alte quasi a 2.000 gradi e per la sua lavorazione ha bisogno di attrezzature particolari specifiche per lui, il suo colore è più scuro rispetto all’oro bianco, è molto più resistente ma si graffia anche più facilmente…

Avete delle domande? Dei suggerimenti? Chiedeteci pure! Saremo felici di potervi aiutare (l’unica cosa che non sappiamo è il futuro. I numeri vincenti del lotto invece sì, li conosciamo, ma non ve li possiamo svelare per non rovinare il gioco agli altri!).

Buona settimana a tutti 🖤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *